...
Trucchi di vita, consigli utili, raccomandazioni. Articoli per uomo e donna. Scriviamo di tecnologia e di tutto ciò che è interessante.

Regole per il lavoro di un giornalista con un registratore vocale digitale

1

Più recentemente – circa 5-6 anni fa – nel lavoro giornalistico quotidiano, un giornalista professionista doveva utilizzare un registratore vocale analogico con un modo "nastro" per registrare e archiviare le informazioni vocali. Quei tempi, fortunatamente, sono caduti nell’oblio, e ora i dispositivi analogici si trovano solo nei negozi di antiquariato o con giornalisti assolutamente "retrogradi". Con l’avvento sul mercato dei dispositivi di registrazione audio digitale, le attività quotidiane di un giornalista sono state notevolmente semplificate. D’ora in poi, i commenti e le dichiarazioni registrati da un registratore vocale digitale possono essere liberamente "trasferiti" sul disco rigido di un computer fisso o tablet. In questa forma, le registrazioni possono essere conservate per tutto il tempo che si desidera e, se necessario, utilizzate come prova indiscutibile nei procedimenti giudiziari, che purtroppo non sono rari nelle attività di segnalazione.

Trasformazione e trascrizione di registrazioni audio digitali

Forse il problema più importante nell’uso delle registrazioni dittafoniche nella pratica giornalistica è la "trasformazione" dell’audio in forma testuale. Molto spesso, tale traduzione è richiesta in forma di testo elettronico, poiché il layout dei giornali e il riempimento dei siti Web delle agenzie di stampa richiedono mobilità e praticità. Negli ultimi anni sono apparsi programmi speciali che facilitano e automatizzano notevolmente questo processo.

Molto spesso, tale software viene fornito su un disco completo del dispositivo di registrazione stesso. Naturalmente, puoi provare a trovare un programma adatto per convertire l’audio in testo su Internet, ma devi essere preparato al fatto che tale software è solitamente pagato (e molto costoso), e ci sono anche molti programmi non funzionanti. Ma, in ogni caso, un modo così automatizzato di "scrivere messaggi" consente di risparmiare molto tempo e risorse mentali.

Regole per la selezione di un modello di dispositivo reporter funzionante

L’esperienza pratica dei redattori di pubblicazioni serie e professionali ci consente di riassumere i chiari requisiti che si applicano a un registratore vocale "reporter" funzionante. Innanzitutto, il dispositivo di registrazione deve essere compatto, resistente agli urti e dal design moderno e accattivante. Il registratore deve disporre di tutti i connettori necessari per non complicare il processo di connessione a qualsiasi tipo di computer e altri dispositivi per l’archiviazione e l’elaborazione di file audio. La qualità della registrazione audio stessa (compreso il massimo livello di riduzione del rumore) nel registratore vocale di un giornalista dovrebbe essere al livello professionale dei registratori radiofonici. Inoltre, il funzionamento del dispositivo deve essere stabile e "privo di bug", poiché le informazioni, come la reputazione, non hanno prezzo.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More