...
Trucchi di vita, consigli utili, raccomandazioni. Articoli per uomo e donna. Scriviamo di tecnologia e di tutto ciò che è interessante.

Messaggero spia. Come gli agenti del governo si scambiano messaggi

0

Matrix viene utilizzato da agenti segreti e agenzie governative per inviare e ricevere informazioni top secret.

Subito dopo l’elezione di Emmanuel Macron a Presidente della Francia nel 2017, il suo team ha dovuto affrontare un grosso problema: la loro corrispondenza personale non era sufficientemente protetta da occhi indiscreti. Durante la loro campagna, Macron e il suo team hanno fatto affidamento sulla potenza di Telegram, un’app di messaggistica privata creata dal dissidente russo Pavel Durov.

Dopo che Macron è diventato presidente, è stato necessario proteggere il più possibile la sua comunicazione con ministri e funzionari della sicurezza. Sebbene Telegram abbia standard di privacy rigorosi, inclusa la crittografia end-to-end multilivello (chat segrete), queste funzionalità non sono abilitate per impostazione predefinita, il che crea un ulteriore rischio di perdita di dati. Ancora più importante, per quanto impeccabile fosse l’app di Durov, il governo francese non voleva che i loro messaggi fossero archiviati sui server di un’azienda russa (o di un’azienda americana, del resto, che precludeva anche l’uso di WhatsApp di proprietà di Facebook ).

Tra le tante soluzioni disponibili è stato individuato un progetto open source, per il quale è stato sviluppato un nuovo protocollo di cifratura end-to-end. Si chiamava Matrix: i suoi sviluppatori hanno uffici a Londra e Rennes (Francia), che si adattavano anche al governo francese. "Questo è un raro caso in cui i francesi e gli inglesi riescono a lavorare insieme in modo efficace ", afferma il co-fondatore di Matrix Matthew Hodgson. Lui e la sua collega Amandine hanno iniziato a lavorare insieme a questo progetto nel 2014 come membri della società IT israeliana Amdocs. Volevano creare un sistema di messaggistica decentralizzato, piuttosto che essere gestito da un’unica azienda, il che lo renderebbe sicuro per impostazione predefinita. Tale sistema potrebbe potenzialmente interagire con altre piattaforme di comunicazione.

"Probabilmente abbiamo tentato con successo di creare un nuovo standard aperto per questo tipo di comunicazione", afferma Amandine.

Fondamentalmente, Matrix è un archivio decentralizzato di conversazioni, non è forse un protocollo di messaggistica? Quando invii un messaggio a Matrix, viene replicato su tutti i server i cui utenti sono nella conversazione, proprio come i commit vengono replicati tra i repository Git. In una conversazione che si estende su più server, non esiste un singolo punto di controllo. Ciò significa che ogni server ha la completa sovranità sui dati dei propri utenti ed è impossibile trovare un punto debole specifico che influenzi l’intero sistema.

L’immagine seguente mostra tre server Matrix con un client connesso a ciascuno.

Messaggero spia. Come gli agenti del governo si scambiano messaggi

Tutti i clienti partecipano alla stessa sala Matrix, che è sincronizzata sui tre server partecipanti.

Per maggiori dettagli su come funziona, puoi vedere la demo interattiva sul sito ufficiale https://matrix.org.

Chiunque può utilizzare il protocollo Matrix sui propri server o partecipare a chat ospitate su altri server. In Francia, in particolare per la corrispondenza governativa, il governo ha sviluppato un sistema incentrato su diversi server separati a disposizione di ciascun ministero.

L’architettura Matrix sembrava attraente per almeno altri tre paesi oltre alla stessa Francia, alcune organizzazioni di sicurezza e militari (incluso l’esercito tedesco) e grandi società IT come Mozilla. All’inizio del 2021, il protocollo Matrix è stato utilizzato da oltre 28 milioni di account in tutto il mondo.

Messaggero spia. Come gli agenti del governo si scambiano messaggi

Interfaccia di messaggistica Element basata sul protocollo Matrix

Nel 2017, Hodgson e un collega hanno rilasciato un’applicazione basata su Matrix chiamata Element. Entro la fine del 2021, sperano di aggiungere una funzionalità che consentirà agli utenti di scambiare messaggi P2P senza una connessione Internet, creando reti mesh abilitate per Bluetooth. "Sarà un modo completamente nuovo di comunicare, molto più facile e semplice di quello a nostra disposizione ora".

Secondo Wired.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More